202003.03
0

Accertamento: obbligatorio il contraddittorio per l’accesso presso il depositario della contabilità (nota a Cass. 5254/2020)

Nell’ordinanza n. 5254 del 2020 la Corte di Cassazione ha affermato che anche in caso di accesso presso il depositario delle scritture contabili operano le garanzie istruttorie previste dall’art. 12, comma 7, dello Statuto dei diritti del contribuente, con conseguente nullità dell’atto impositivo emesso prima dello scadere del termine dilatorio di sessanta giorni per la…

202003.02
0

Spetta alla Corte dei Conti la controversia tra Agente della Riscossione e Comune per i danni da inadempimento nella gestione dei tributi (nota a Cass. SSUU 5595/2020)

Nella sentenza n. 5595 del 2020 le Sezioni Unite della Corte di Cassazione attribuiscono alla Corte dei Conti la giurisdizione in ordine alla domanda di risarcimento dei danni avanzata da un Comune nei confronti dell’Agente della Riscossione per la condotta inadempiente tenuta nell’esercizio della sua attività in ordine alla gestione dei crediti tributari. (Cass., sez….

202002.24
0

Il ritardo patologico fa scattare la tassazione separata (nota a Cass. 3582/2020)

Nella sentenza n. 3582 del 2020 la Sezione Tributaria della Corte di Cassazione afferma che sono soggetti a tassazione separata i compensi aggiuntivi e variabili corrisposti ai giudici delle commissioni tributarie in rapporto al numero e alla tipologia dei provvedimenti emessi ex art. 13, d.lgs. n. 545 del 1992, quando sia superato il termine fisiologico…

202002.13
0

Studi di settore: la motivazione della sentenza non può essere apparente (nota a Cass. 2650/2020)

Nell’ordinanza n. 2650 del 2020 la Sezione Tributaria della Corte di Cassazione conferma che, nella motivazione del provvedimento giurisdizionale, il Giudice tributario deve dimostrare di aver valutato lo scostamento tra i ricavi dichiarati e quelli desumibili dall’applicazione degli studi di settore in relazione alle peculiarità della concreta attività economica esercitata e, in particolare, alla luce…

202002.03
0

IVA: se è stata prestata garanzia, il rimborso non può essere sospeso fino all’annullamento definitivo dei carichi pendenti (nota a Cass. SSUU 2320/2020)

Nella sentenza n. 2320/20, depositata il 31 gennaio, le Sezioni Unite della Corte di Cassazione hanno enunciato due principi di diritto in materia di rimborso di un credito IVA: in caso di richiesta di rimborso di un credito IVA, l’Amministrazione finanziaria, che abbia chiesto e ottenuto garanzia dal contribuente in base all’art. 38 bis, comma…

202001.31
0

Giudizio di legittimità: la notifica all’Agenzia delle Entrate-Riscossione presso i difensori del precedente agente della riscossione va rinnovata (nota a Cass. SSUU 2087/2020)

In tema di giudizio di legittimità, l’ultrattività del mandato in origine conferito al difensore dell’agente della riscossione, nominato e costituito nel grado di giudizio concluso con la sentenza oggetto di ricorso per cassazione, non opera, ai fini della ritualità della notifica del ricorso avverso la sentenza pronunciata nei confronti dell’agente della riscossione originariamente parte in…

202001.27
0

Deposito fiscale: sanzionabile la mancata immissione fisica della merce? (nota a Cass. 439-20)

Nell’ordinanza n. 439 del 2020 la Sezione Tributaria della Corte di Cassazione affronta la questione relativa all’applicabilità della sanzione di cui all’art. 13, d.lgs. n. 471 del 1997 nel caso in cui non sia immessa materialmente la merce nel deposito fiscale. (Cass., sez. trib., 14 gennaio 2020 (ord.), n. 439)

201912.12
0

Studi di settore: niente contraddittorio per la rettifica analitico-induttiva (nota a Cass. 31814-19)

Nell’ordinanza n. 31814 del 2019 la Sezione Tributaria della Corte di Cassazione esamina la questione se il contraddittorio preventivo costituisca un obbligo per l’Amministrazione finanziaria solo nel caso in cui la rettifica presuntiva sia basata esclusivamente sugli studi di settore oppure se tale passaggio istruttorio debba essere attuato anche tutte le volte in cui le…

201912.02
0

L’usura salva la vittima dagli studi di settore (nota a Cass. 30150-19)

Nell’ordinanza n. 30150 del 2019 la Sezione Tributaria della Corte di Cassazione ha esaminato la portata probatoria delle risultanze del procedimento penale pendente a carico di terzi per il reato di usura ai danni del contribuente destinatario di una rettifica presuntiva. (Cass., sez. trib., 20 novembre 2019 (ord.), n. 30150)

201911.27
0

Azione revocatoria: il credito fiscale si determina con riferimento al periodo di imposta e non al momento della rettifica (nota a Cass. 30737/2019)

Ai sensi dell’art. 2901, comma 1, n. 2, c.c. il creditore può domandare che siano dichiarati inefficaci nei suoi confronti gli atti di disposizione del patrimonio con i quali il debitore rechi pregiudizio alle sue ragioni quando, trattandosi di atti a titolo oneroso, il terzo era consapevole del pregiudizio e, nel caso di atto anteriore…

201911.18
0

Il bonus fiscale spetta anche alle società (nota a Cass. 29162-19)

Nella sentenza n. 29162 del 2019 la Sezione Tributaria della Corte di Cassazione ha affrontato la questione relativa alla spettanza della detrazione per le spese relative ad interventi di riqualificazione energetica di edifici esistenti ex art. 1, commi 344 e ss., l. n. 296 del 2006 (Finanziaria 2007) nei confronti delle società che abbiano sostenuto…

201911.06
0

Processo tributario: quale valore ha la relazione del revisore contabile? (nota a Cass. 27793/2019)

Nella sentenza n. 27793 del 2019 la Corte di Cassazione ribadisce che la relazione della società di revisione costituisce mezzo di prova rilevante in ragione dei profili del controllo pubblicistico e della responsabilità civile e penale del revisore ed è confutabile soltanto mediante la produzione di documenti che dimostrino l’errore o l’inadempimento del revisore. (Cass.,…

201910.31
0

Omesso versamento IVA: quando è escluso l’elemento psicologico? (nota a Cass. 44293/2019)

Nel reato fiscale di omesso versamento IVA, l’elemento psicologico è escluso solo dalla impossibilità di fronteggiare la crisi di liquidità. (Cass., sez. III pen, 30 ottobre 2019, n. 44293) La lettura dell’intero articolo è riservata agli abbonati di “Diritto e Giustizia”. Per ulteriori informazioni cliccare qui.

201910.30
0

Cass., sez. trib., 30 ottobre 2019, n. 27793 (testo)

REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO LA CORTE SUPREMA DI CASSAZIONE SEZIONE TRIBUTARIA Composta dagli Ill.mi Sigg.ri Magistrati: Dott. LOCATELLI Giuseppe – Presidente – Dott. CRUCITTI Roberta – Consigliere – Dott. CONDELLO Pasqualina A.P. – Consigliere – Dott. FEDERICI Francesco – Consigliere – Dott. D’ORAZIO Luigi – rel. Consigliere – ha pronunciato la seguente:…

201910.10
0

Reddito d’impresa: le spese legali sono deducibili solo a prestazione ultimata (nota a Cass. 23855/2019)

Con particolare riferimento alla prestazione del professionista legale, il corrispettivo e la relativa spesa si considerano rispettivamente conseguiti e sostenuti quando la prestazione è condotta a termine per effetto dell’esaurimento o della cessazione dell’incarico professionale. (Cass., sez. trib., 25 settembre 2019, n. 23855) La lettura dell’intero articolo è riservata agli abbonati di “Diritto e Giustizia”….

201910.10
0

IVA: a quali condizioni possono essere detratte le consulenze preparatorie? (nota a Cass. 24126/2019)

Nell’ordinanza n. 24126 del 2019 la Sesta Sezione Civile della Corte di Cassazione conferma la possibilità che l’IVA sia detratta anche con riferimento a consulenze il cui costo sia stato sostenuto in vista di un’iniziativa complessa e anche in assenza di operazioni attive, senza che occorra il concreto esercizio dell’attività d’impresa.È onere del contribuente dare…

201909.24
0

Registro: alla Consulta la rilevanza degli atti collegati ai fini della qualificazione del contratto (nota a Cass. 23549/2019)

Con l’ordinanza interlocutoria n. 23549 del 2019 la Sezione Tributaria della Corte di Cassazione ha sollevato la questione di legittimità costituzionale, in rapporto agli artt. 3 e 53 Cost., dell’art. 20 T.U. Registro – come risultante dagli interventi apportati dall’art. 1, comma 87, l. n. 205/2017 e dall’art. 1, comma 1084, l. n. 145/2018 –…

201909.23
0

Tassa rifiuti: riduzione al 40% anche per disservizio non imputabile al Comune (nota a Cass. 22767/2019)

Nell’ordinanza n. 22767 del 2019 la Sezione Tributaria della Corte di Cassazione ribadisce che la riduzione della tassa per lo smaltimento dei rifiuti solidi urbani ex art. 59, comma 4, d.lgs. n. 507 del 1993 non richiede che il grave e non temporaneo disservizio sia imputabile a responsabilità dell’amministrazione comunale o comunque a causa che,…