202401.30
1

Reclamo-mediazione: abrogazione differita ai ricorsi notificati dal 1° settembre 2024?

Con il decreto legislativo n. 220 del 2023 è stata abrogata la disciplina della cosiddetta “mediazione tributaria”, giacché l’istituto è stato ritenuto inidoneo a ridurre l’impatto delle liti di minor valore sui numeri del contenzioso fiscale.Il pessimo drafting normativo ha tuttavia generato una questione di diritto intertemporale relativa all’individuazione dei contorni diacronici degli effetti dell’abrogazione….

202401.19
0

Consultazione semplificata: l’IA risolverà i dubbi dei contribuenti

Nel c.d. “Statuto dei diritti del contribuente” sarà introdotta una nuova procedura – denominata “consultazione semplificata” – che consentirà a persone fisiche e contribuenti minori di risolvere quesiti interpretativi o applicativi relativi a casi concreti.Ciò che è noto è che sarà creata una banca dati della prassi “aumentata” dall’Intelligenza Artificiale, ma ancora nulla si sa…

202401.04
0

Contenzioso tributario: nuove regole in vigore dal 4 gennaio

Approda in Gazzetta Ufficiale il decreto attuativo della delega fiscale in materia di contenzioso tributario. In base al decreto, le spese di giudizio vengono compensate non solo in caso di soccombenza reciproca e quando ricorrono gravi ed eccezionali ragioni, ma anche nel caso in cui la parte è risultata vittoriosa sulla base di documenti decisivi…

202312.14
0

Prescrizione decennale: si applica a IRPEF,IRAP, IVA e…canone RAI (nota a Cass. 33213/2023)

Nell’ordinanza n. 33213 del 2023 la Quinta Sezione della Corte di Cassazione conferma che il diritto alla riscossione dei tributi erariali (IRPEF, IRES, IRAP ed IVA) e del c.d. canone RAI, in mancanza di un’espressa disposizione di legge, si prescrive nel termine ordinario di dieci anni e non nel più breve termine quinquennale, non costituendo…

202311.29
0

Atti tributari: la doppia motivazione per relationem deve essere conosciuta al contribuente (nota a Corte di Giustizia Trib. I grado Reggio Emilia 208/2023)

Nella sentenza n. 208 del 2023 la Corte di Giustizia Tributaria di I grado di Reggio Emilia affronta la questione concernente la legittimità dell’avviso di accertamento con doppia motivazione per relationem nell’ipotesi in cui nel processo verbale di constatazione siano richiamati gli elementi informativi acquisiti e la documentazione sequestrata nel corso delle indagini di polizia…

202311.28
0

Le Sezioni Unite definiscono la natura, i presupposti e i limiti della responsabilità fiscale del liquidatore (nota a Cass. SSUU 32790/2023)

Il liquidatore di una società di capitali cancellata dal Registro delle Imprese nel 2006 impugna l’avviso di accertamento notificatogli ex art. 36, d.p.r. 29 settembre 1973, n. 602 per il recupero delle ritenute alla fonte e dell’IVA risultanti dalle dichiarazioni presentate per il periodo d’imposta 2014. (Cass., sez. unite civ., 27 novembre 2023, n. 32790) Per ulteriori…

202311.14
0

La clausola penale non è soggetta a distinta imposizione (nota a Cass. 30983/2023)

Nella sentenza n. 30983 del 2023 la Sezione Tributaria della Corte di Cassazione afferma che, ai sensi dell’art. 21, comma 2, T.U. Registro, la clausola penale – nel caso di specie inserita in un contratto di locazione – non è soggetta a distinta imposta di registro. (Cass., sez. trib., 7 novembre 2023, n. 30983)

202310.23
0

Sono impugnabili presso il G.A. il provvedimento direttoriale, la circolare e la risoluzione relativi al contributo straordinario contro il caro bollette (nota a Cass. SSUU 29023/2023)

Nella sentenza n. 29023/2023 le Sezioni Unite della Corte di Cassazione hanno statuito quali sono gli atti amministrativi generali e, come tali, impugnabili, presso il Giudice Amministrativo. (Cass., sez. unite civ., 19 ottobre 2023, n. 29023) Per ulteriori informazioni cliccare qui.

202309.29
0

Debiti fiscali di srl: nessuna sanzione se scadono dopo l’ammissione all’amministrazione straordinaria (nota a Cass. 26728/2023)

Nella sentenza n. 26728 del 2023 la Sezione Tributaria della Corte di Cassazione esclude che, qualora la società contribuente sia stata ammessa alla procedura di amministrazione straordinaria, siano dovute le sanzioni pecuniarie per il mancato pagamento di un debito d’imposta sorto in epoca anteriore se il termine di pagamento è scaduto successivamente al decreto di ammissione. (Cass.,…

202309.18
0

Cass., sez. trib., 18 settembre 2023, n. 26728 (testo)

REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO LA CORTE SUPREMA DI CASSAZIONE SEZIONE TRIBUTARIA Composta dagli Ill.mi Sigg.ri Magistrati: Dott. VIRGILIO Biagio – Presidente – Dott. FEDERICI Francesco – Consigliere – Dott. NONNO Giacomo Maria – rel. Consigliere – Dott. D’AQUINO Filippo – Consigliere – Dott. TRISCARI Giancarlo – Consigliere – ha pronunciato la seguente:…

202309.13
0

Reddito. Il contribuente deve provare il proprio soggiorno all’estero (nota a CGT II Lombardia 1858/2023)

Nella sentenza n. 1858 del 2023 la Corte di Giustizia Tributaria di II grado della Lombardia afferma che è onere del contribuente dare prova dei presupposti richiesti dall’art. 51, comma 8 bis, TUIR per beneficiare della determinazione convenzionale del reddito di lavoro dipendente percepito all’estero. (Corte di Giustizia Tributaria di II grado della Lombardia, sez….

202309.04
0

PRO.DI.GI.T e giustizia predittiva: interrogativi e sfide nell’utilizzo dell’intelligenza artificiale

Il progetto PRO.DI.GI.T mira a migliorare l’accesso ai servizi della Giustizia Tributaria innovandola attraverso l’uso di tecnologie digitali e Intelligenza Artificiale. Tra le iniziative sovvenzionate con cospicui fondi europei si annoverano anche la creazione del laboratorio digitale del giudice tributario (TribHub) e di modelli di Consiglio Giudiziario della Giustizia Tributaria.Uno degli aspetti chiave è l’implementazione…

202309.01
0

Dal 1° settembre anche gli atti del processo tributario devono essere “chiari e sintetici”

L’estate del 2023 sarà ricordata come quella dei rinvii per le riforme Cartabia. Con il decreto del 18 luglio 2023 il Ministero della Giustizia ha rinviato dal 20 luglio 2023 a fine anno l’obbligo di deposito degli atti penali mediante il portale del Processo Penale Telematico; sino ad allora il deposito telematico è possibile in…

202307.26
1

Dogane: l’ITV ha portata generale ed è utilizzabile come mezzo di prova (nota a Cass. 21306/2023)

Nell’ordinanza n. 21306 del 2023 la Sezione Tributaria della Corte di Cassazione ha affermato che, in una controversia relativa alla classificazione doganale di una merce e al successivo pagamento dei dazi doganali, l’Informazione Tariffaria Vincolante può essere utilizzata in giudizio come prova documentale avendo riguardato un prodotto identico a quello oggetto della decisione amministrativa. (Cass.,…

202307.24
0

IVA all’importazione: alle Sezioni Unite la legittimità della confisca per il contrabbando semplice “depenalizzato” (nota a Cass. 21917/2023)

Con l’ordinanza in commento la Sezione Tributaria della Cassazione ha trasmesso gli atti al Primo Presidente per l’eventuale assegnazione alle Sezioni Unite della questione concernente la legittimità della confisca disposta in relazione al reato di contrabbando di cui all’art. 282 T.U. Doganale in seguito all’emanazione del d.lgs. n. 8/2016. (Cass., sez. trib., 21 luglio 2023…

202307.19
0

Nuove regole per il concorso da magistrato tributario

Il D.L. n. 75/2023, recante disposizioni urgenti in materia di organizzazione delle pubbliche amministrazioni, di agricoltura, di sport, di lavoro, introduce alcune modifiche alla disciplina del concorso per la selezione dei nuovi magistrati tributari: cambiano la cadenza temporale dei concorsi e il numero di magistrati tributari che il Ministero dell’Economia e delle finanze è autorizzato…

202307.19
0

Tributi locali: il Comune deve provare che la raccomandata contiene più atti impositivi (Cass. 18150/2023)

Nell’ordinanza n. 18150 del 2023 la Sezione Tributaria della Corte di Cassazione ha ribadito che, in caso di notifica dell’atto impositivo a mezzo raccomandata con avviso di ricevimento, ove l’involucro contenga plurimi atti e il destinatario ne riconosca solo uno, è necessario, perché operi la presunzione di conoscenza posta dall’art. 1335 c.c., che l’autore della…

202306.26
0

Reddito d’impresa: niente incasso giuridico se il socio rinuncia al credito (dal 2015) (nota a Cass. 16595/2023)

Nella sentenza n. 16595 del 2023 la Sezione Tributaria della Corte di Cassazione si pronuncia in merito al trattamento fiscale da applicare in caso di rinuncia, operata da un socio nei confronti della società, al credito avente ad oggetto interessi maturati su finanziamenti erogati nei confronti di una società partecipata. (Cass., sez. trib., 12 giugno…

202306.22
2

Solo una istanza di rimborso completa e non generica consente l’impugnazione del rifiuto tacito (nota a Cass. 11335/2023)

L’istanza di rimborso generica od incompleta è inidonea a formare il rifiuto tacito, autonomamente impugnabile, in quanto non consente all’Ufficio di valutare la fondatezza della stessa né al giudice tributario di sindacare le presuntive ragioni del diniego. (Cass., sez. trib., 2 maggio 2023, n. 11335) Quando l’istanza di rimborso è idonea alla formazione di un…

202306.17
0

Stock options: la Cassazione ridefinisce la base imponibile dell’addizionale (nota a Cass. 15861/2023)

Con la sentenza n. 15861 del 2023 la Sezione Tributaria della Corte di Cassazione interviene sulla questione attinente all’individuazione della base imponibile su cui applicare l’aliquota addizionale del 10% relativamente ai compensi corrisposti sotto forma di bonus e stock options ai dirigenti delle imprese operanti nel settore finanziario. (Cass., sez. trib., 6 giugno 2023, n….