201911.27
0

Azione revocatoria: il credito fiscale si determina con riferimento al periodo di imposta e non al momento della rettifica (nota a Cass. 30737/2019)

Ai sensi dell’art. 2901, comma 1, n. 2, c.c. il creditore può domandare che siano dichiarati inefficaci nei suoi confronti gli atti di disposizione del patrimonio con i quali il debitore rechi pregiudizio alle sue ragioni quando, trattandosi di atti a titolo oneroso, il terzo era consapevole del pregiudizio e, nel caso di atto anteriore al sorgere del credito, fosse partecipe della dolosa preordinazione.

(Cass., sez. III civ., 26 novembre 2019 (ord.), n. 30737)

La lettura dell’intero articolo è riservata agli abbonati di “Diritto e Giustizia”. Per ulteriori informazioni cliccare qui.