201901.11
0

L’accertamento parziale può basarsi sul metodo induttivo (nota a Cass. 32609/2018)

Con l’ordinanza n. 32609 del 2018 la Corte di Cassazione conferma che l’accertamento parziale può basarsi senza limiti anche sul metodo induttivo, non costituendo una tipologia autonoma di ricostruzione della materia evasa rispetto alle previsioni di cui agli artt. 38 e 39, d.p.r. n. 600 del 1973 e 54 e 55, d.p.r. n.633 del 1972,…

201812.17
0

Cass., sez. trib., 17 dicembre 2018 (ord.), n. 32609 (testo)

REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO LA CORTE SUPREMA DI CASSAZIONE SEZIONE SESTA CIVILE SOTTOSEZIONE T Composta dagli Ill.mi Sigg.ri Magistrati: Dott. IACOBELLIS Marcello – Presidente – Dott. MOCCI Mauro – Consigliere – Dott. CONTI Roberto Giovanni – Consigliere – Dott. LA TORRE Maria Enza – rel. Consigliere – Dott. DELLI PRISCOLI Lorenzo –…

201709.27
0

Il contraddittorio è obbligatorio per la generalità delle rettifiche induttive con metodo analitico-contabile (nota a Cass. 12631/2017)

Con la sentenza n. 12631/2017, la Sezione tributaria della Corte di cassazione sfiora tre problemi nodali per gli operatori del settore fiscale. Il primo interessa la dialettica probatoria in sede istruttoria e giudiziale. Il secondo riguarda l’obbligo motivazionale di adeguata replica alle deduzioni fornite dal contribuente in sede di contraddittorio endoprocedimentale. Il terzo concerne l’obbligatorietà del contraddittorio endoprocedimentale nella…

201705.19
0

Cass., sez. trib., 19 maggio 2017, n. 12631 (testo)

Fatti di causa T.M., esercente attività di commercio al dettaglio di calzature e accessori, ricorre con dieci motivi per la cassazione della sentenza della C.T.R. della Sicilia, che su impugnazione di avviso di accertamento, preceduto da contraddittorio, per Iva, Irap e Irpef anno 2004, emesso in base all’applicazione degli studi di settore, in riforma della…

201506.29
0

Il doppio ruolo dell’antieconomicità: sintomo di infedeltà contabile e misura dell’evasione (nota a Cass. 7838/2015)

La casistica giurisprudenziale offre l’occasione di approfondire alcune problematiche pratiche concernenti il ruolo dell’antieconomicità nell’accertamento induttivo del reddito d’impresa mediante il metodo analitico-contabile. Ne è un esempio la sentenza della Corte di cassazione n. 7838 del 2015, nella quale, in assenza di comprovati errori o di altre giustificazioni addotte da parte del contribuente, il saldo di cassa…

201504.17
0

Cass., sez. trib., 17 aprile 2015, n. 7838 (testo)

REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO LA CORTE SUPREMA DI CASSAZIONE SEZIONE TRIBUTARIA Composta dagli Ill.mi Sigg.ri Magistrati: Dott. CAPPABIANCA Aurelio – Presidente – Dott. DI IASI Camilla – rel. Consigliere – Dott. CIGNA Mario – Consigliere – Dott. FEDERICO Guido – Consigliere – Dott. IOFRIDA Giulia – Consigliere – ha pronunciato la seguente:…

201502.10
0

Cass., sez. trib., 16 gennaio 2015, n. 673 (testo)

REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO LA CORTE SUPREMA DI CASSAZIONE SEZIONE TRIBUTARIA Composta dagli Ill.mi Sigg.ri Magistrati: Dott. CAPPABIANCA Aurelio – Presidente – Dott. VIRGILIO Biagio – Consigliere – Dott. FEDERICO Guido – Consigliere – Dott. IOFRIDA Giulia – rel. Consigliere – Dott. CRUCITTI Roberta – Consigliere – ha pronunciato la seguente: sentenza…

201502.10
0

Accertamento induttivo: ricarico secondo coerenza logica e congruità (nota a Cass. 673/2015)

Con la sentenza n. 673 del 2015, la Sezione Tributaria della Corte di Cassazione ha individuato nella coerenza logica e nella congruità i canoni cui deve rispondere il criterio di determinazione della percentuale di ricarico nell’accertamento induttivo dei redditi determinati in base alle scritture contabili. (Cass., sez. trib., 16 gennaio 2015, n. 673) La lettura…

201412.02
0

Accertamento induttivo: il ricarico si calcola come media ponderata tra le categorie merceologiche (Cass. 25100/2014)

La Corte di Cassazione ha chiarito quali sono le modalità di calcolo delle “percentuali di ricarico” nell’ambito dell’accertamento induttivo dei redditi determinati in base alle scritture contabili. (Cass., sez. trib., 26 novembre 2014, n. 25100) La lettura dell’intero articolo è riservata agli abbonati di “Ipsoa Quotidiano“. Per ulteriori informazioni cliccare qui.

201411.26
0

Cass., sez. trib., 26 novembre 2014, n. 25100 (testo)

REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO LA CORTE SUPREMA DI CASSAZIONE SEZIONE TRIBUTARIA Composta dagli Ill.mi Sigg.ri Magistrati: Dott. CAPPABIANCA Aurelio – Presidente – Dott. CIGNA Mario – Consigliere – Dott. FERRO Massimo – rel. Consigliere – Dott. FEDERICO Guido – Consigliere – Dott. IOFRIDA Giulia – Consigliere – ha pronunciato la seguente: sentenza…

201404.02
0

Cass., sez. trib., 19 marzo 2014, n. 6389 (testo)

REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO LA CORTE SUPREMA DI CASSAZIONE SEZIONE TRIBUTARIA Composta dagli Ill.mi Sigg.ri Magistrati: Dott. CAPPABIANCA Aurelio – Presidente – Dott. CIGNA Mario – Consigliere – Dott. FERRO Massimo – Consigliere – Dott. IOFRIDA Giulia – rel. Consigliere – Dott. CRUCITTI Roberta – Consigliere – ha pronunciato la seguente: sentenza…

201404.02
0

Accertamento tributario: un modesto scostamento non integra le “gravi incongruenze” (nota a Cass. 6389/2014)

Gli accertamenti fondati sul metodo analitico-induttivo possono essere giustificati sulla base di “gravi incongruenze” tra i ricavi dichiarati e quelli “fondatamente desumibili dalle caratteristiche e dalle condizioni di esercizio della specifica attività svolta”. Tale discrasia è rilevante soltanto qualora raggiunga livelli di abnormità ed irragionevolezza tali da inficiare l’attendibilità di una contabilità regolarmente tenuta. (Cass.,…