201510.22
0

Bitcoin esente da Iva: la sentenza della Corte di Giustizia dell’Unione Europea

SENTENZA DELLA CORTE (Quinta Sezione) 22 ottobre 2015 (*) «Rinvio pregiudiziale – Sistema comune d’imposta sul valore aggiunto (IVA) – Direttiva 2006/112/CE – Articolo 2, paragrafo 1, lettera c), e articolo 135, paragrafo 1, lettere da d) a f) – Servizi a titolo oneroso – Operazioni di cambio della valuta virtuale “bitcoin” contro valuta tradizionale – Esenzione» Nella causa C‑264/14, avente ad…

201510.01
0

Informati i cittadini se i dati sono trasmessi da una P.A. all’altra (fonte curia.europa.eu)

Corte di giustizia dell’Unione europea COMUNICATO STAMPA n. 110/15 Sentenza nella causa C-201/14 Smaranda Bara e a. / Președintele Casei Naționale de Asigurări de Sănătate e a. I cittadini i cui dati personali siano oggetto di trattamento e di trasmissione tra due amministrazioni pubbliche di uno Stato membro devono essere preventivamente informati. La direttiva sul…

201510.01
0

Corte di Giustizia UE, Terza Sezione, 1° ottobre 2015, causa C‑201/14, Smaranda Bara e a. (testo)

SENTENZA DELLA CORTE (Terza Sezione) 1° ottobre 2015 (*) «Rinvio pregiudiziale – Direttiva 95/46/CE – Trattamento dei dati personali – Articoli 10 e 11 – Informazione delle persone interessate – Articolo 13 – Deroghe e restrizioni – Trasmissione a fini di trattamento, da un’amministrazione pubblica di uno Stato membro ad un’altra, di dati fiscali personali» Nella causa C‑201/14, avente ad oggetto la domanda…

201509.08
0

Corte di Giustizia UE, Grande Sezione, 8 settembre 2015, causa C‑105/14, Ivo Taricco e a. (testo)

SENTENZA DELLA CORTE (Grande Sezione) 8 settembre 2015 (*) «Rinvio pregiudiziale – Procedimento penale riguardante reati in materia di imposta sul valore aggiunto (IVA) – Articolo 325 TFUE – Normativa nazionale che prevede termini assoluti di prescrizione che possono determinare l’impunità dei reati – Potenziale lesione degli interessi finanziari dell’Unione europea – Obbligo per il giudice nazionale di disapplicare qualsiasi disposizione…

201509.08
0

Una prescrizione troppo ravvicinata delle frodi fiscali, per la Ue non va (fonte FiscoOggi.it)

La disapplicazione della disciplina nazionale non lede i diritti degli imputati, ma ha solo l’effetto di allungare il termine di decadenza generale di un procedimento penale pendente. Secondo i giudici comunitari, la normativa italiana in tema di prescrizione dei reati può risolversi in un ostacolo all’efficace lotta contro le frodi in materia di Iva, in…

201507.30
0

Bitcoin esente da Iva: le conclusioni dell’Avvocato generale Kokott

CONCLUSIONI DELL’AVVOCATO GENERALE JULIANE KOKOTT presentate il 16 luglio 2015 (1) Causa C‑264/14 Skatteverket contro David Hedqvist (domanda di pronuncia pregiudiziale, proposta dallo Högsta förvaltningsdomstol [Svezia]) «Normativa tributaria –Imposta sul valore aggiunto – Cambio della valuta virtuale “bitcoin” in una valuta tradizionale – Articolo 2, paragrafo 1, lettera c), della direttiva 2006/112/CE – Imposizione delle prestazioni di…

201507.16
0

Non proporzionata l’ammenda pari al 60% del contante non dichiarato al passaggio di frontiera UE (fonte curia.europa.eu)

Corte di giustizia dell’Unione europea COMUNICATO STAMPA n. 90/15 Sentenza nella causa C-255/14 Robert Michal Chmielewski / Nemzeti Adó- és Vámhivatal Dél-alföldi Regionális Vám- és Pénzügyőri Főigazgatósága Imponendo un’ammenda pari al 60% del denaro contante non dichiarato al passaggio di una frontiera esterna dell’UE, la normativa ungherese viola il diritto dell’Unione L’importo di questa ammenda…

201507.15
0

L’esdebitazione è euro-compatibile? (nota a Cass. 13542/15)

L’applicazione, in materia di imposta sul valore aggiunto, di una disposizione nazionale che prevede l’estinzione dei debiti nascenti dall’IVA in favore dei soggetti ammessi alla procedura di esdebitazione è in conflitto con il diritto europeo? È la questione pregiudiziale sottoposta alla Corte di Giustizia UE dall’ordinanza n. 13542 del 2015, la Sesta Sezione della Corte…

201507.01
0

Cass., sez. VI civ. – T, 1° luglio 2015 (ord.), n. 13542 (testo)

REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO LA CORTE SUPREMA DI CASSAZIONE SEZIONE SESTA CIVILE SOTTOSEZIONE T Composta dagli Ill.mi Sigg.ri Magistrati: Dott. CICALA Mario – rel. Presidente – Dott. BOGNANNI Salvatore – Consigliere – Dott. IACOBELLIS Marcello – Consigliere – Dott. CARACCIOLO Giuseppe – Consigliere – Dott. CONTI Roberto Giovanni – est. Consigliere –…

201506.16
0

Il programma OMT annunciato dalla BCE nel settembre 2012 è compatibile con il diritto dell’Unione (fonte Corte di Giustizia dell’Unione europea)

Il programma OMT annunciato dalla BCE nel settembre 2012 è compatibile con il diritto dell’Unione. Il programma di acquisto di titoli di Stato sui mercati secondari non eccede le attribuzioni della BCE in materia di politica monetaria e non viola il divieto di finanziamento monetario degli Stati membri. Con un comunicato stampa del 6 settembre…

201506.15
0

Inclusione delle tasse comunali di occupazione del sottosuolo nella base imponibile Iva per la concessionaria della rete gas (Corte di Giustizia UE, VIII sez., 11 giugno 2015, causa C‑256/14, Lisboagás GDL)

SENTENZA DELLA CORTE (Ottava Sezione) 11 giugno 2015 (*) «Rinvio pregiudiziale – Imposta sul valore aggiunto (IVA) – Direttiva 2006/112/CE – Articoli 9, 73, 78, primo comma, lettera a), e 79, primo comma, lettera c) – Base imponibile – Inclusione dell’importo delle tasse comunali di occupazione del sottosuolo pagate dalla società concessionaria della rete di distribuzione di gas nella base imponibile…

201505.11
0

Conclusioni dell’Avvocato generale Kokott nella causa C-105/14 (Ivo Taricco e a.), 30 aprile 2015 (testo)

CONCLUSIONI DELL’AVVOCATO GENERALE JULIANE KOKOTT presentate il 30 aprile 2015 (1) Causa C‑105/14 Ivo Taricco e a. [(domanda di pronuncia pregiudiziale, proposta dal Tribunale di Cuneo Italia)] «Tutela degli interessi finanziari dell’Unione – Reati fiscali nel settore dell’IVA – Obbligo degli Stati membri di applicare sanzioni effettive, proporzionate e dissuasive – Sanzioni penali – Prescrizione in…

201505.11
1

Reati tributari: l’interruzione della prescrizione è incompatibile con il diritto europeo (nota a conclusioni dell’avvocato generale Kokott nella causa C-105/14, 30 aprile 2015)

Con la legge ex Cirielli è stata modificata la disciplina codicistica della prescrizione: in caso di interruzione, il termine è aumentato soltanto di 1/4 e non più della metà. Nelle conclusioni relative alla causa C-105/14, l’avvocato generale UE, scavalcando le questioni pregiudiziali sollevate dal GUP del Tribunale di Cuneo, individua ulteriori profili di frizione tra…

201410.08
2

Tribunale di Cuneo, 17 gennaio 2014 (ord.), GUP Boetti (testo)

REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO Il TRIBUNALE DI CUNEO In persona del Giudice dell’udienza preliminare Dott. Alberto BOETTI ha pronunciato la presente ORDINANZA DI RIMESSIONE ALLA CORTE DI GIUSTIZIA DELL’UNIONE EUROPEA Nel procedimento penale contro Seguono nomi di imputati IMPUTATI A) del reato di cui all’art. 416 comma 1 c.p., perché … costituiscono…

201410.08
0

Reati tributari: l’interruzione della prescrizione viola il diritto europeo? (nota a Tribunale di Cuneo, 17 gennaio 2014 (ord.), GUP Boetti)

Chiamato a valutare una richiesta di rinvio a giudizio formulata nell’ambito di un procedimento per reati tributari, il GUP presso il Tribunale di Cuneo ha rimesso alla Corte di Giustizia UE alcune questioni pregiudiziali concernenti la disciplina codicistica dell’interruzione della prescrizione. (Tribunale di Cuneo, 17 gennaio 2014 (ord.), GUP Boetti) La lettura dell’intero articolo è…

201407.03
0

Corte di Giustizia UE, V sez., 3 luglio 2014, cause riunite C-129/13 e C-130/13, Kamino International Logistics BV (C‑129/13) e Datema Hellmann Worldwide Logistics BV (C‑130/13) contro Staatssecretaris van Financiën (testo)

SENTENZA DELLA CORTE (Quinta Sezione) 3 luglio 2014 (*) «Riscossione di un’obbligazione doganale – Principio del rispetto dei diritti della difesa – Diritto al contraddittorio – Destinatario della decisione di recupero che non è stato sentito dalle autorità doganali prima dell’adozione di tale decisione, bensì nella successiva fase di reclamo – Violazione dei diritti della difesa – Determinazione delle conseguenze…

201406.24
0

Cass., sez. unite civ., 16 giugno 2014, n. 13676 (testo)

REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO LA CORTE SUPREMA DI CASSAZIONE SEZIONI UNITE CIVILI Composta dagli Ill.mi Sigg.ri Magistrati: Dott. ADAMO Mario – Primo Presidente f.f. – Dott. RORDORF Renato – Presidente di Sez. – Dott. PICCININNI Carlo – Consigliere – Dott. VIVALDI Roberta – Consigliere – Dott. NAPOLETANO Giuseppe – Consigliere – Dott….

201406.24
0

Incentivi all’esodo: il termine per il rimborso decorre dal versamento (nota a Cass. SSUU 13676/2014)

Con la sentenza n. 13676 del 2014, le Sezioni Unite hanno risolto la questione della individuazione del dies a quo nel computo del termine per la presentazione delle istanze di rimborso aventi ad oggetto somme versate per il pagamento di tributi dichiarati incompatibili con il diritto europeo. (Cass., sez. unite civ., 16 giugno 2014, n….

201402.27
0

Conclusioni dell’Avvocato generale Wathelet nelle cause riunite C-129/13 (Kamino International Logistics BV) e C-130/13 (Datema Hellmann Worldwide Logistics BV), 25 febbraio 2014 (testo)

CONCLUSIONI DELL’AVVOCATO GENERALE MELCHIOR WATHELET presentate il 25 febbraio 2014 (1) Cause riunite C‑129/13 e C‑130/13 Kamino International Logistics BV (C‑129/13), e Datema Hellmann Worldwide Logistics BV (C‑130/13) contro Staatssecretaris van Financiën [domande di pronuncia pregiudiziale proposte dallo Hoge Raad der Nederlanden (Paesi Bassi)] «Riscossione di un’obbligazione doganale – Diritti della difesa – Principio del rispetto…

201402.27
0

Procedimento tributario: dall’Unione Europea nuovo impulso alla tutela del contribuente (nota a conclusioni dell’Avvocato generale Wathelet nelle cause riunite C-129/13 e C-130/13, 25 febbraio 2014)

Le argomentazioni dell’Avvocato generale UE nelle conclusioni relative alle cause riunite C-129/13 e C-130/13 possono essere utilizzate per rileggere alcune questioni procedimentali interne oggetto di dibattito: l’obbligatorietà del contraddittorio endoprocedimentale, le conseguenze della sua omissione e l’accertamento anticipato. (Conclusioni dell’Avvocato generale Wathelet nelle cause riunite C-129/13 e C-130/13, 25 febbraio 2014) La lettura dell’intero articolo…

201204.25
0

La ricerca di una fonte per il principio generale antielusivo all’ombra della Corte di Giustizia (nota a Corte di Giustizia UE, IV sez., 29 marzo 2012, causa C-417/2010, 3M Italia S.p.A.)

Con la sentenza 3M Italia S.p.A. la Corte di Giustizia mette a tacere i dubbi di compatibilità della definizione agevolata delle liti pendenti ex art. 3, comma 2 bis, lett. b), d.l. n. 40 del 2010 con il diritto dell’Unione Europea. Le medesime questioni pregiudiziali sono state sollevate d’ufficio dalla Sezione Tributaria della Corte di…