201811.21
0

IVA: gli studi di settore rispettano il diritto europeo (CGUE 21 novembre 2018 causa C-648/16)

SENTENZA DELLA CORTE (Quarta Sezione) 21 novembre 2018 (*) «Rinvio pregiudiziale – Imposta sul valore aggiunto (IVA) – Direttiva 2006/112/CE – Articolo 273 – Accertamento tributario – Metodo di accertamento della base imponibile in via induttiva – Detraibilità dell’IVA – Presunzione – Principi di neutralità e di proporzionalità – Normativa nazionale che fonda la determinazione dell’IVA sul volume d’affari presunto» Nella causa C‑648/16, avente…

201803.22
0

Conclusioni Avvocato Generale Nils Wahl, 22 marzo 2018, causa C-648/16, Fortunata Silvia Fontana contro Agenzia delle Entrate – Direzione Provinciale di Reggio Calabria (testo)

CONCLUSIONI DELL’AVVOCATO GENERALE NILS WAHL presentate il 22 marzo 2018 (1) Causa C‑648/16 Fortunata Silvia Fontana contro Agenzia delle Entrate – Direzione provinciale di Reggio Calabria (Domanda di pronuncia pregiudiziale proposta dalla Commissione tributaria provinciale di Reggio Calabria, Italia) «Imposta sul valore aggiunto – Sospetta evasione fiscale – Studi di settore – Determinazione dell’IVA dovuta mediante metodi induttivi – Principio…

201803.20
0

Corte di Giustizia UE, Grande Sezione, sentenza 20 marzo 2018, causa C-524/15 (testo)

SENTENZA DELLA CORTE (Grande Sezione) 20 marzo 2018(*) «Rinvio pregiudiziale – Imposta sul valore aggiunto (IVA) – Direttiva 2006/112/CE – Mancato versamento dell’IVA dovuta – Sanzioni – Normativa nazionale che prevede una sanzione amministrativa e una sanzione penale per gli stessi fatti – Carta dei diritti fondamentali dell’Unione europea – Articolo 50 – Principio del ne bis in idem – Natura penale della sanzione…

201712.05
0

Taricco: l’obbligo di tutelare gli interessi finanziari UE dev’essere conciliato con il principio di legalità (CGUE 5 dicembre 2017, causa C‑42/17)

SENTENZA DELLA CORTE (Grande Sezione) 5 dicembre 2017 (*) «Rinvio pregiudiziale – Articolo 325 TFUE – Sentenza dell’8 settembre 2015, Taricco e a. (C‑105/14, EU:C:2015:555) – Procedimento penale riguardante reati in materia di imposta sul valore aggiunto (IVA) – Normativa nazionale che prevede termini di prescrizione che possono determinare l’impunità dei reati – Lesione degli…

201711.23
0

IVA: la riduzione della base imponibile non è subordinata alla infruttuosità del fallimento (CGUE 23 novembre 2017, causa C-246/16)

SENTENZA DELLA CORTE (Prima Sezione) 23 novembre 2017 (*) «Rinvio pregiudiziale – Imposta sul valore aggiunto (IVA) – Base imponibile – Sesta direttiva 77/388/CEE – Articolo 11, parte C, paragrafo 1, secondo comma – Limitazione del diritto alla riduzione della base imponibile in caso di non pagamento della controparte contrattuale – Margine discrezionale di attuazione degli Stati membri – Proporzionalità della durata…

201711.22
0

Corte di Giustizia UE, sez. IV, 22 novembre 2017, causa C-251/16 (testo)

SENTENZA DELLA CORTE (Quarta Sezione) 22 novembre 2017 (*) «Rinvio pregiudiziale – Sistema comune d’imposta sul valore aggiunto (IVA) – Sesta direttiva 77/388/CEE – Articolo 4, paragrafo 3, lettera a), e articolo 13, parte B, lettera g) – Esenzione delle cessioni di fabbricati, e del suolo ad essi attiguo, diversi da quelli di cui all’articolo 4, paragrafo 3, lettera a) –…

201711.09
0

IVA: il contribuente può ricevere informazioni e documenti contenuti nel fascicolo istruttorio (CGUE 9 novembre 2017, causa C‑298/16)

SENTENZA DELLA CORTE (Terza Sezione) 9 novembre 2017 (*) «Rinvio pregiudiziale – Principi generali del diritto dell’Unione – Diritto a una buona amministrazione e diritti della difesa – Normativa nazionale tributaria che prevede il diritto di essere ascoltato e il diritto di essere informato nel corso di un procedimento amministrativo tributario – Decisione di accertamento della tassa sul valore aggiunto…

201604.14
0

Corte di Giustizia dell’Unione Europea, sez. III, 14 aprile 2016, causa C-522/14 (testo)

SENTENZA DELLA CORTE (Terza Sezione) 14 aprile 2016 (*) «Rinvio pregiudiziale – Libertà di stabilimento – Articolo 49 TFUE – Normativa di uno Stato membro che impone agli enti creditizi l’obbligo di comunicare all’amministrazione tributaria determinate informazioni relative agli attivi di clienti deceduti, ai fini della riscossione dell’imposta sulle successioni – Applicazione di detta normativa…

201602.18
0

L’Iva è detraibile solo se la fattura indica entità, natura e data della prestazione di servizi (causa C‑516/14)

CONCLUSIONI DELL’AVVOCATO GENERALE JULIANE KOKOTT del 18 febbraio 2016 (1) Causa C‑516/14 Barlis 06 – Investimentos Imobiliários e Turísticos SA contro Autoridade Tributária e Aduaneira [domanda di pronuncia pregiudiziale, proposta dal Tribunal Arbitral Tributário (Centro de Arbitragem Administrativa – CAAD) (Commissione tributaria, Portogallo)] «Normativa tributaria – Imposta sul valore aggiunto – Articolo 226, punti 6 e…

201512.23
0

Il Tribunale UE dà l’ok al leasing finanziario spagnolo (cause T-515/13 e T-719/13)

ARRÊT DU TRIBUNAL (septième chambre) 17 décembre 2015 (*) « Aides d’État – Construction navale – Dispositions fiscales applicables à certains accords mis en place pour le financement et l’acquisition de navires – Décision déclarant l’aide pour partie incompatible avec le marché intérieur et ordonnant partiellement sa récupération – Recours en annulation – Affectation individuelle – Recevabilité…

201512.23
0

La CGUE interviene sulla localizzazione dei servizi informatici (e sul contraddittorio)

Il trasferimento del know-how che consente lo sfruttamento del sito erotico livejasmin.com dall’Ungheria a Madera, dove si applica un’aliquota IVA meno elevata, non costituisce, di per sé, una pratica abusiva. Per contro, tale trasferimento costituisce una pratica abusiva se il suo obiettivo è di dissimulare il fatto che il sito è in realtà sfruttato a partire dall’Ungheria. La…

201512.23
0

Corte di Giustizia UE, Terza Sezione, 17 dicembre 2015, causa C‑419/14 (testo)

SENTENZA DELLA CORTE (Terza Sezione) 17 dicembre 2015 (*) «Rinvio pregiudiziale – Imposta sul valore aggiunto – Direttiva 2006/112/CE – Articoli 2, 24, 43, 250 e 273 – Luogo della prestazione di servizi resi per via elettronica – Fissazione artificiosa di tale luogo mediante una costruzione priva di effettività economica – Abuso di diritto – Regolamento (UE) n. 904/2010 – Carta dei diritti fondamentali…

201511.03
0

Corte di Giustizia UE, Quinta Sezione, 22 ottobre 2015, causa C-126/14 (testo)

SENTENZA DELLA CORTE (Quinta Sezione) 22 ottobre 2015 (*) «Rinvio pregiudiziale – IVA – Direttiva 2006/112/CE – Articolo 168 – Diritto a detrazione – Detrazione dell’imposta assolta a monte per l’acquisto o per la fabbricazione di beni d’investimento – Percorso ricreativo direttamente destinato all’utilizzo gratuito da parte del pubblico – Utilizzo del percorso ricreativo in vista di operazioni soggette ad imposta» Nella causa…

201510.26
0

Operazione soggettivamente inesistente: la Corte di Giustizia pone l’onere della prova sull’Amministrazione

SENTENZA DELLA CORTE (Quinta Sezione) 22 ottobre 2015 (*) «Rinvio pregiudiziale – Fiscalità – Imposta sul valore aggiunto – Sesta direttiva – Diritto alla detrazione – Diniego – Vendita effettuata da un soggetto considerato inesistente» Nella causa C‑277/14, avente ad oggetto la domanda di pronuncia pregiudiziale proposta alla Corte, ai sensi dell’articolo 267 TFUE, dal Naczelny Sąd Administracyjny (Corte suprema amministrativa, Polonia),…

201510.22
0

Bitcoin esente da Iva: la sentenza della Corte di Giustizia dell’Unione Europea

SENTENZA DELLA CORTE (Quinta Sezione) 22 ottobre 2015 (*) «Rinvio pregiudiziale – Sistema comune d’imposta sul valore aggiunto (IVA) – Direttiva 2006/112/CE – Articolo 2, paragrafo 1, lettera c), e articolo 135, paragrafo 1, lettere da d) a f) – Servizi a titolo oneroso – Operazioni di cambio della valuta virtuale “bitcoin” contro valuta tradizionale – Esenzione» Nella causa C‑264/14, avente ad…

201510.01
0

Informati i cittadini se i dati sono trasmessi da una P.A. all’altra (fonte curia.europa.eu)

Corte di giustizia dell’Unione europea COMUNICATO STAMPA n. 110/15 Sentenza nella causa C-201/14 Smaranda Bara e a. / Președintele Casei Naționale de Asigurări de Sănătate e a. I cittadini i cui dati personali siano oggetto di trattamento e di trasmissione tra due amministrazioni pubbliche di uno Stato membro devono essere preventivamente informati. La direttiva sul…

201510.01
0

Corte di Giustizia UE, Terza Sezione, 1° ottobre 2015, causa C‑201/14, Smaranda Bara e a. (testo)

SENTENZA DELLA CORTE (Terza Sezione) 1° ottobre 2015 (*) «Rinvio pregiudiziale – Direttiva 95/46/CE – Trattamento dei dati personali – Articoli 10 e 11 – Informazione delle persone interessate – Articolo 13 – Deroghe e restrizioni – Trasmissione a fini di trattamento, da un’amministrazione pubblica di uno Stato membro ad un’altra, di dati fiscali personali» Nella causa C‑201/14, avente ad oggetto la domanda…

201509.08
0

Corte di Giustizia UE, Grande Sezione, 8 settembre 2015, causa C‑105/14, Ivo Taricco e a. (testo)

SENTENZA DELLA CORTE (Grande Sezione) 8 settembre 2015 (*) «Rinvio pregiudiziale – Procedimento penale riguardante reati in materia di imposta sul valore aggiunto (IVA) – Articolo 325 TFUE – Normativa nazionale che prevede termini assoluti di prescrizione che possono determinare l’impunità dei reati – Potenziale lesione degli interessi finanziari dell’Unione europea – Obbligo per il giudice nazionale di disapplicare qualsiasi disposizione…

201507.30
0

Bitcoin esente da Iva: le conclusioni dell’Avvocato generale Kokott

CONCLUSIONI DELL’AVVOCATO GENERALE JULIANE KOKOTT presentate il 16 luglio 2015 (1) Causa C‑264/14 Skatteverket contro David Hedqvist (domanda di pronuncia pregiudiziale, proposta dallo Högsta förvaltningsdomstol [Svezia]) «Normativa tributaria –Imposta sul valore aggiunto – Cambio della valuta virtuale “bitcoin” in una valuta tradizionale – Articolo 2, paragrafo 1, lettera c), della direttiva 2006/112/CE – Imposizione delle prestazioni di…

201507.16
0

Non proporzionata l’ammenda pari al 60% del contante non dichiarato al passaggio di frontiera UE (fonte curia.europa.eu)

Corte di giustizia dell’Unione europea COMUNICATO STAMPA n. 90/15 Sentenza nella causa C-255/14 Robert Michal Chmielewski / Nemzeti Adó- és Vámhivatal Dél-alföldi Regionális Vám- és Pénzügyőri Főigazgatósága Imponendo un’ammenda pari al 60% del denaro contante non dichiarato al passaggio di una frontiera esterna dell’UE, la normativa ungherese viola il diritto dell’Unione L’importo di questa ammenda…

201506.15
0

Inclusione delle tasse comunali di occupazione del sottosuolo nella base imponibile Iva per la concessionaria della rete gas (Corte di Giustizia UE, VIII sez., 11 giugno 2015, causa C‑256/14, Lisboagás GDL)

SENTENZA DELLA CORTE (Ottava Sezione) 11 giugno 2015 (*) «Rinvio pregiudiziale – Imposta sul valore aggiunto (IVA) – Direttiva 2006/112/CE – Articoli 9, 73, 78, primo comma, lettera a), e 79, primo comma, lettera c) – Base imponibile – Inclusione dell’importo delle tasse comunali di occupazione del sottosuolo pagate dalla società concessionaria della rete di distribuzione di gas nella base imponibile…