201811.28
0

L’Amministrazione finanziaria ha l’obbligo di motivare l’atto risultante dall’istruttoria (nota a Cass. 30039/2018)

Nella pregevole sentenza n. 30039 del 2018 la Sezione Tributaria della Corte di Cassazione ribadisce che negli atti impositivi l’Amministrazione finanziaria deve indicare i presupposti di fatto e le ragioni giuridiche che hanno determinato la decisione dell’amministrazione, anche in relazione alle risultanze istruttorie. La motivazione del provvedimento, permettendo di comprendere la ratio della decisione adottata,…

201809.21
0

Contraddittorio endoprocedimentale: le difese del contribuente aggravano l’onere motivazionale (nota a Cass. 21786/2018)

Nell’ordinanza n. 21786 del 2018 la Sezione Tributaria della Corte di Cassazione ribadisce che, in sede di contraddittorio, il contribuente ha la facoltà di contestare le risultanze degli strumenti standardizzati provando le circostanze concrete che giustificano lo scostamento della propria posizione reddituale, con ciò costringendo l’ufficio – ove non ritenga attendibili le allegazioni di parte…

201806.11
0

Inerenza dei costi: i criteri di vantaggiosità e congruità compenetrano il giudizio qualitativo (nota a Cass. 14579/2018)

Nella sentenza n. 14579 del 2018 la Sezione Tributaria della Corte di Cassazione ha ritenuto deducibili i costi relativi a servizi comuni a tutte le imprese di un gruppo alberghiero (marketing, pubblicità, promozione, sviluppo e comunicazione, diretti al posizionamento sul mercato), resi da una società estera appartenente al medesimo gruppo. Nel caso di specie, l’inerenza…

201802.26
0

Esecuzione forzata: l’intervento non presuppone la notificazione della cartella di pagamento (nota a Cass. 3021/2018)

Nella sentenza n. 3021 del 2018 la Terza Sezione della Corte di Cassazione esamina la questione se il debitore esecutato possa o meno presentare opposizione avverso l’intervento dell’Agente della riscossione in una procedura espropriativa ordinaria al fine di dedurre vizi di invalidità, propria o derivata, della cartella di pagamento. (Cass., sez. III civ., 8 febbraio…

201802.02
0

Rimborso d’imposta: la prescrizione è sospesa per i 90 giorni di formazione del silenzio-rifiuto (nota a Cass. 1543/2018)

Nell’ordinanza n. 1543 del 2018 la Sesta Sezione della Corte di Cassazione ha fornito preziosi chiarimenti in merito al termine di prescrizione operante nel caso in cui si sia formato il silenzio-rifiuto sulla istanza di rimborso del tributo. (Cass., sez. VI civ. – T, 22 gennaio 2018 (ord.), n. 1543)

201801.26
0

Accertamento con adesione: le dichiarazioni del contribuente hanno valore confessorio? (nota a Cass. 28543/2017)

Nella sentenza n. 28543 del 2017 la Sezione Tributaria della Corte di Cassazione ha esaminato la questione relativa al valore probatorio delle dichiarazioni rese dal contribuente nel corso del procedimento di adesione, verificando in particolare se esse siano valutabili come sostanziale confessione. (Cass., sez. trib., 29 novembre 2017, n. 28543)

201801.09
0

Tardivo versamento: le sanzioni manifestamente sproporzionate possono essere ridotte (nota a Cass. 29998/2017)

Nell’ordinanza n. 29998 del 2017 la Sesta Sezione della Corte di Cassazione ha esaminato la questione se sia applicabile alle sanzioni per tardivo versamento la riduzione alla metà del minimo prevista nel caso in cui concorrano circostanze (eccezionali, nel testo previgente) che rendano manifesta la sproporzione tra l’entità del tributo cui la violazione si riferisce…

201712.14
0

Il saldo negativo di cassa è spia e misura dell’evasione (nota a Cass. 27041/2017)

Nell’ordinanza n. 27041 del 2017 la Sezione Tributaria della Corte di Cassazione conferma l’equivalenza “saldo cassa negativo = ricavi in nero”: secondo la consolidata giurisprudenza di legittimità, infatti, una chiusura di cassa con segno negativo oltre a rappresentare, sotto il profilo formale, un’anomalia contabile, denota sostanzialmente l’omessa contabilizzazione di un’attività almeno pari al disavanzo. (Cass.,…

201711.07
0

Il processo verbale di constatazione della società non è da allegare all’atto del socio (nota a Cass. 24537/2017)

Nell’ordinanza n. 24537 del 2017 la Sezione Tributaria della Corte di Cassazione ha ribadito che l’obbligo di porre il contribuente in condizione di conoscere le ragioni dalle quali deriva la pretesa fiscale è soddisfatto dall’avviso di accertamento dei redditi del socio che rinvii per relationem a quello riguardante i redditi della società, ancorché solo a…

201710.27
0

Sale and lease back: quando viola il divieto di patto commissorio? (nota a Cass. 21042/2017)

Con la sentenza n. 21042 del 2017 la Suprema Corte ha ribadito che il contratto di sale and lease back può essere configurato in maniera tale da eludere il divieto di patto commissorio ex art. 2744 c.c.. Sono tre gli elementi sintomatici della frode alla legge ex art. 1344 c.c., vale a dire la presenza…

201710.05
0

Trasmissione telematica di dichiarazione fiscale: se scartata, deve essere ritrasmessa (nota a Cass. 21409/2017)

Nell’ordinanza n. 21409 del 2017 la Sezione Tributaria della Corte di Cassazione esamina le conseguenze derivanti dagli errori bloccanti verificatisi in sede di trasmissione telematica delle dichiarazioni fiscali. Secondo la consolidata giurisprudenza di legittimità, la dichiarazione inviata in via telematica si considera presentata nel giorno in cui è trasmessa, e si ritiene ricevuta dal momento…

201709.21
0

Fallimento: per l’insinuazione al passivo basta l’estratto di ruolo (nota a Cass. 18120/2017)

Nell’ordinanza n. 18120 del 2017 la Sesta Sezione della Corte di Cassazione conferma il proprio consolidato orientamento sulla sufficienza del(l’estratto di) ruolo per l’ammissione al passivo fallimentare di crediti tributari e previdenziali ex art. 87, comma 2, d.p.r. n. 602 del 1973. In presenza di contestazioni del curatore, il Collegio fa salva la necessità di…

201708.24
0

Accertamento sintetico: la comunione legale non dimostra l’irrilevanza della spesa (nota a Cass. 17806/2017)

Nella sentenza n. 17806 del 2017 la Corte di Cassazione si pronuncia sulla possibilità di ricostruire con il metodo sintetico la materia imponibile occultata qualora la spesa per incrementi patrimoniali sia stata sostenuta da un soggetto in regime di comunione legale con il coniuge. (Cass., sez. trib., 19 luglio 2017, n. 17806)

201707.27
0

Cartella esattoriale: il contribuente può contestare il tributo anche in sede di impugnazione (nota a Cass. 16747/2017)

Un libero professionista compila la dichiarazione IRAP ma non versa il tributo autoliquidato. Può egli impugnare la cartella esattoriale emessa in seguito al controllo automatizzato contestando la debenza del tributo? È questo il quesito al quale risponde la Corte di Cassazione nella sentenza n. 16747 del 2017. (Cass., sez. trib., 7 luglio 2017, n. 16747)

201707.12
0

Imposta di registro: l’usucapente non ha azione di regresso nei confronti dei coobbligati (nota a Corte Appello Brescia 755/2017)

Una volta che abbia provveduto a pagare l’imposta di registro relativa alla sentenza stessa, il soggetto in favore del quale sia stata dichiarata l’usucapione dell’immobile può esperire nei confronti delle altre parti processuali l’azione di regresso per il pagamento pro quota del tributo? È questo il quesito al quale ha risposto la Corte di Appello…

201704.26
0

Ne bis in idem: giurisprudenza nazionale all’avanguardia

Nella relazione n. 26/17, l’Ufficio del Massimario Penale della Corte di Cassazione fornisce agli interpreti una puntuale ricostruzione dei percorsi esegetici in materia di ne bis in idem. La relazione mette in evidenza i più recenti cambiamenti nella giurisprudenza internazionale ed europea, focalizzando l’approfondimento sulle prese di posizione – talora di avanguardia – che hanno…

201703.23
0

Contributo unificato: escluso il doppio pagamento se il ricorso è integrato con motivi aggiunti (nota a CTP Genova 346/2017)

Non deve essere versato un ulteriore contributo unificato qualora con i motivi aggiunti venga impugnato l’originario provvedimento per vizi diversi da quelli fatti valere con il ricorso originario: questo è quanto ha statuito la Commissione Tributaria Provinciale di Genova nella sentenza n. 346 del 2017. (Comm. trib. prov. Genova, sez. IV, 23 febbraio 2017, n….

201602.13
0

Lista UBS: non viola la CEDU l’accordo Svizzera-USA per la trasmissione dei dati bancari

La Corte di Strasburgo torna a esprimersi sulla compatibilità con la CEDU delle procedure accertative fondate sull’utilizzo di informazioni finanziarie, confermando che i dati bancari godono della tutela apprestata dall’art. 8 CEDU a garanzia della vita privata. Tale protezione può subire limitazioni qualora sia in gioco la sopravvivenza stessa di un settore economico vitale per…

201602.09
0

Processo tributario: codificata la sospensione delle sentenze

Il decreto di riforma del processo tributario ha modificato l’art. 49 del D.Lgs. n. 546/1992 prevedendo un generale rinvio alle norme del Codice di procedura civile in tema di sospensione delle sentenze. La modifica si connota per una significativa portata di carattere sistematico. La disposizione che più direttamente interessa la tutela cautelare è quella secondo…

201601.30
0

Processo tributario: nuove ipotesi di sospensione necessaria

In base alla disciplina previgente, la sospensione del processo tributario era contemplata in caso di presentazione di querela di falso e qualora dovesse essere decisa in via pregiudiziale una questione su stato o capacità delle persone, fatta eccezione per la capacità di stare in giudizio. Nella circolare n. 38/E/2015 l’Agenzia delle Entrate elenca alcune ipotesi…

201601.25
0

Processo tributario: nuove (e vecchie) regole per le spese di giudizio

La circolare n. 38/E del 2015 sulla riforma del contenzioso tributario, attuativa della delega fiscale, esamina le novità introdotte in materia di spese di giudizio. In particolare, l’Agenzia delle Entrate fornisce alcune utili indicazioni per la gestione operativa del processo tributario focalizzando la propria attenzione sul principio di soccombenza, compensazione e responsabilità per “lite temeraria”….