201811.26
0

Inerenza: è detraibile l’IVA per i lavori di ristrutturazione o manutenzione di immobili di proprietà di terzi (nota a Cass. 30218/2018)

La Cassazione risolve la questione relativa al riconoscimento del diritto alla detrazione dell’IVA in ragione della sussistenza della natura strumentale dell’immobile rispetto all’attività economica in concreto svolta (o che avrebbe potuto svolgere) la società contribuente. (Cass., sez. trib., 22 novembre (ord.), n. 30218) La lettura dell’intero articolo è riservata agli abbonati di “Diritto e Giustizia“….

201810.10
0

Poteri degli uffici: l’autorizzazione del PM è richiesta soltanto in caso di apertura coattiva della borsa (nota a Cass. 24306/2018)

L’autorizzazione del Procuratore della Repubblica all’apertura di pieghi sigillati, borse, casseforti e mobili in genere, prescritta in materia di IVA dall’art. 52, comma 3, d.p.r. 26 ottobre 1972, n. 633, e necessaria anche in tema di imposte dirette, in virtù del richiamo contenuto nell’art. 33, d.p.r. 29 settembre 1973, n. 600, è richiesta soltanto nel…

201809.28
0

Risarcimento danni: Entrate condannate per violazione degli obblighi di informativa e di buona fede oggettiva a danno del contribuente (nota a Cass. 23163/2018)

L’Agenzia delle Entrate deve rispettare l’obbligo di informativa su di essa gravante, volto a consentire la conoscenza agevole delle disposizioni vigenti in materia tributaria, al fine di rendere il contribuente edotto di ogni elemento idoneo a pregiudicare il riconoscimento del proprio credito. (Cass., sez. III civ., 27 settembre 2018 (ord.), n. 23163) La lettura dell’intero…

201809.05
0

Sequestro preventivo: l’ammissione al concordato preventivo esclude il fumus di omesso versamento dell’IVA (nota a Cass. 39696/2018)

E’ necessario operare un bilanciamento tra l’interesse dell’Erario e l’interesse degli altri creditori: secondo tale impostazione, in caso di sequestro preventivo finalizzato alla confisca per equivalente, non è configurabile il fumus commissi delicti del reato di omesso versamento dell’IVA nel caso in cui il debitore sia stato ammesso al concordato preventivo in epoca anteriore alla…

201807.30
0

Errori bloccanti e malattia del professionista non elidono le sanzioni amministrative per tardiva trasmissione telematica della dichiarazione (nota a Cass. 19381/2018)

In tema di sanzioni amministrative comminate, per tardiva trasmissione telematica delle dichiarazioni dei contribuenti, ad un soggetto che svolga professionalmente tale compito, grava su quest’ultimo, per poter andare esente da responsabilità, l’onere della prova di aver esercitato una adeguata diligenza. (Cass., sez. trib., 20 luglio 2018 (ord.), n. 19381) La lettura dell’intero articolo è riservata…

201807.16
0

Misure cautelari: niente sequestro preventivo se il contribuente paga quanto richiesto dal Fisco (nota a Cass. 32213/2018)

Il pagamento integrale degli importi richiesti dall’Amministrazione finanziaria con riguardo a tutte le annualità in contestazione è considerato come «elemento necessariamente ostativo alla possibilità di procedere alla confisca di quello che […] è ritenuto essere il profitto del reato e, per l’effetto, al sequestro finalizzato alla confisca medesima». (Cass., sez. III pen., 13 luglio 2018,…

201807.04
0

Misure cautelari: possono essere sequestrate anche le somme depositate sul conto dopo la notifica del provvedimento ablatorio originario (nota a Cass. 29923-18)

La Corte di Cassazione ha annullato con rinvio l’ordinanza con la quale è stato respinto l’appello contro il mancato accoglimento della richiesta di estendere l’esecuzione del sequestro preventivo fino alla concorrenza dell’importo originariamente indicato, limitandola alla minor somma sino allora appresa su un conto corrente ed escludendo che il provvedimento ablatorio potesse avere a oggetto…

201806.01
0

Riscossione esattoriale: la Consulta censura le inammissibilità delle opposizioni all’esecuzione (nota a Corte Cost. 114/2018)

La Corte Costituzionale ha dichiarato l’illegittimità costituzionale dell’art. 57, comma 1, lett. a), d.P.R n. 602/1973 (Disposizioni sulla riscossione delle imposte sul reddito), come sostituito dall’art. 16, d.lgs. n. 46/1999, nella parte in cui non prevede che, nelle controversie che riguardano gli atti dell’esecuzione forzata tributaria successivi alla notifica della cartella di pagamento o all’avviso…

201804.27
0

Scissione societaria: è conforme alla Costituzione la responsabilità solidale illimitata delle società beneficiarie (nota a Corte Cost. 90/2018)

Con la sentenza n. 90 del 2018 la Corte Costituzionale ha dichiarato l’infondatezza delle questioni di legittimità costituzionale dell’art. 173, comma 13, TUIR, nella parte in cui prevede, in caso di scissione parziale di una società, la responsabilità solidale e illimitata della società beneficiaria per i debiti tributari riferibili a periodi di imposta anteriori alla…

201804.06
0

Reati tributari: la Cassazione precisa funzione e confini delle soglie di punibilità (nota a Cass. 15133 e 15172/2018)

Con le sentenze nn. 15133 e 15172/18, la Terza Sezione Penale della Corte di Cassazione formula due utili precisazioni in materia di soglia di punibilità per gli illeciti penali: da un lato l’elevazione della soglia di punibilità compiuta con il d.lgs. n. 158/2015 ha determinato la parziale abolizione delle fattispecie incriminatrici dell’omesso versamento delle ritenute…

201803.23
0

IVA: il contraddittorio endoprocedimentale rende gli studi di settore compatibili con il diritto europeo (nota a Conclusioni Avvocato Generale Wahl, causa C-648/16)

Nelle conclusioni relative alla causa C-648/16 (ECLI:EU:C:2018:213) l’Avvocato Generale Nils Wahl sostiene che i principi di proporzionalità e neutralità fiscale, sottesi alla direttiva 2006/112/CE relativa al sistema comune d’Imposta sul Valore Aggiunto, non ostano a una normativa nazionale che consenta all’Amministrazione finanziaria di accertare l’imposta dovuta da un contribuente, che si presume non averne dichiarato…

201803.20
0

IVA: il ne bis in idem può essere limitato per tutelare gli interessi finanziari dell’Unione Europea (nota a CGUE causa C-524/15)

Il principio del ne bis in idem può essere limitato al fine di tutelare gli interessi finanziari dell’Unione Europea, ma tale limitazione non deve andare oltre quanto strettamente necessario per il raggiungimento di questo obiettivo. Nella sentenza del 20 marzo 2018 relativa alla causa C-524/15 (Menci contro Procura della Repubblica, ECLI:EU:C:2018:197) la Grande Sezione della…

201802.19
0

IVA: la società extra UE che acquista beni tramite rappresentante fiscale in Italia non può cedere beni direttamente dall’estero (nota a Cass. SSUU 3872/2018)

Nella sentenza n. 3872/2018 le Sezioni Unite della Corte di Cassazione hanno statuito che il contribuente non residente, una volta avvalsosi del rappresentante fiscale nominato ex art. 17, d.p.r. n. 633/1972 (nel testo anteriore alle modifiche introdotte con il d.lgs. n. 18/2010, con le quali il meccanismo dell’inversione contabile è stato reso obbligatorio per le…

201802.09
0

Il contribuente può chiedere i benefici “prima casa” fino alla registrazione della sentenza costitutiva ex art. 2932 c.c. (nota a Cass. 3132/2018)

Ai fini del godimento dei benefici fiscali connessi all’acquisto della prima casa, nel caso in cui le manifestazioni di volontà prescritte dall’art. 1, nota II-bis, della tariffa allegata al d.P.R. n. 131/1986 non siano state rese nel contratto preliminare e il contratto definitivo non sia stato stipulato, esse possono essere rese nel corso del giudizio per l’esecuzione in…

201801.23
0

L’intercettazione è consentita anche per il reato di sottrazione all’accertamento o al pagamento dell’accisa sui prodotti energetici (nota a Cass. 2418/2018)

E’ ammissibile, ai sensi dell’art. 266, lett. e), c.p.p., l’autorizzazione alla intercettazione di conversazioni o comunicazioni per il reato previsto dall’art. 40, d.lgs. n. 504 del 1955, in quanto lo stesso, consistendo nella sottrazione di prodotti energetici all’accertamento e al pagamento dell’accisa, deve ritenersi compreso nei delitti di contrabbando. (Cass., sez. III pen., 22 gennaio…

201801.09
0

La cartella di pagamento notificata via pec come file “.pdf” privo di attestazione di conformità è illegittima (nota a Comm. trib. reg. Campania 9464/2017)

Il file di estensione “.pdf” costituisce una mera copia informatica (digitale) dell’atto, giacché non è possibile affermare che tale documento sia identico all’originale in assenza di attestazione di conformità. La notifica via posta elettronica certificata necessita che il file trasmesso rechi l’estensione “.p7m”: «solo in tal caso si sarebbe stati di fronte a un vero…

201712.19
0

Vendita di pubblicazioni e corsi a pagamento per i non associati rendono commerciale l’attività di Scientology (nota a Cass. 29886/2017)

Le pubblicazioni di un’associazione religiosa, se prodotte per la vendita, costituiscono attività commerciale con una sola eccezione: che la loro cessione avvenga prevalentemente nei confronti degli associati. (Cass., sez. trib., 13 dicembre 2017 (ord.), n. 29886) La lettura dell’intero articolo è riservata agli abbonati di “Diritto e Giustizia“. Per ulteriori informazioni cliccare qui.

201712.14
0

Omesso versamento di ritenute certificate: a fini probatori è sufficiente il solo modello 770? La parola alle Sezioni Unite (nota a Cass. 55486/2017)

La Terza Sezione della Corte di Cassazione ha rimesso gli atti alle Sezioni Unite per chiarire se, ai fini dell’accertamento del reato di omesso versamento di ritenute certificate di cui all’art. 10-bis, d.lgs. 10 marzo 2000, n. 74 nel testo anteriore alla novella del 2015, per integrare la prova dell’avvenuta consegna ai sostituti d’imposta delle…

201712.05
0

Prima casa: il termine triennale per la revoca dei benefici fiscali decorre dalla data di registrazione dell’atto (nota a Cass. 28860/2017)

In tema di benefici fiscali cosiddetta “prima casa”, ed alla stregua di quanto sancito dall’art. 1, nota II bis, comma 1, lett. a), della Tariffa allegata al d.p.r. n.131/1986, il mancato trasferimento della propria residenza, da parte dell’acquirente a titolo oneroso di una casa non di lusso, nel Comune ove è ubicato l’immobile, entro 18…

201711.23
0

IVA: il divieto di pratiche abusive può essere direttamente applicato (nota a CGUE 22 novembre 2017, causa C-251/16)

La Corte di Giustizia dell’Unione Europea ha dichiarato che il principio del divieto di pratiche abusive deve essere interpretato nel senso che, indipendentemente da una misura nazionale che gli dia attuazione nell’ordinamento giuridico interno, può essere direttamente applicato al fine di escludere l’esenzione dall’imposta sul valore aggiunto di operazioni realizzate prima della pronuncia della sentenza…

201711.21
0

Reati tributari: il termine di 3 mesi per il pagamento del debito tributario residuo è obbligatorio o facoltativo? (nota a Cass. 52640/2017)

Causa di non punibilità e rateizzazione in corso: il termine di 3 mesi per il pagamento integrale del debito tributario deve essere concesso anche qualora sia già stato aperto il dibattimento. (Cass., sez. III pen., 20 novembre 2017, n. 52640) La lettura dell’intero articolo è riservata agli abbonati di “Diritto e Giustizia“. Per ulteriori informazioni cliccare…